Assign modules on offcanvas module position to make them visible in the sidebar.

Storia Mazara Calcio
Mazara Calcio A.S.D.
Mazara Calcio A.S.D.
Mazara Calcio A.S.D.
Mazara Calcio A.S.D.

cus mazara31Il Mazara perde la seconda partita consecutiva nel giro di tre giorni, mercoledi scorso al Lo Cicero di Palermo con il Castelbuono (1-0) e oggi nel campo universitario con il Cus Palermo 3-1.

Due sconfitte che pesano molto nel cammino in campionato della squadra canarina di mister Brucculeri. Sul manto erboso palermitano il Mazara ha giocato la prima parte della gara mettendo alle corde i padroni di casa, pronti a colpire con ripartenze pericolose. Nella ripresa abbiamo assistito ad una gara rocambolesca per le discutibilissime decisioni arbitrali che hanno cambiato integralmente il volto alla partita. Sicuramente una giornata da dimenticare per l’arbitro trapanese Giuseppe Lipari che ha annullato il gol del pareggio del Mazara, messo a segno da Gomez e apparso a tutti regolarissimo e successivamente ha decretato un calcio di rigore in favore dei padroni di casa, molto discutibile e contestatissimo dai giocatori canarini. A quel punto lo stato psicologico del Mazara è crollato e nonostante la reazione gialloblu il Cus Palermo ha ben tenuto in pugno la vittoria, portata a termine. Eroe della partita Caronia, autore della tripletta che ha permesso al Cus di conquistare tre punti importanti. Il Mazara continua a masticare amaro e sicuramente dovrà ricominciare a mietere vittorie per guadagnare il terreno perduto in questo ultimo periodo e ritrovare la giusta serenità.

CUS PALERMO: Cellamare, Lala, Rizzo (42°s.t. Lo Cacciato), Correnti (40°s.t. Pensabene), Carollo, Di Franco, Caronia (45°s.t. Mezzapelle), Arnone, Serio, Arena (30°s.t. Alletto), Mercanti (20°s.t. Costa). In panchina: Premuda, Barone. All. Giancarlo Ferrara

MAZARA: Dolenti, Di Mercurio, Sammartano, Palazzo, Russello (22°s.t. Baiata), Ciancimino, Gomez, Accetta, Cortese (39°s.t. Maltese), Rosella, Sciara (34°s.t. Cantavenera). In panchina: Keita, Di Simone, Calicetto, Grippi. All. Totò Brucculeri

ARBITRO: Giuseppe Lipari della sezione di Trapani

ASSISTENTI: Gianfranco Alesci della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto e Giuseppe Trischitta della sezione di Messina

MARCATORI: 2°s.t Caronia (CP), 25°s.t. Caronia su rigore (CP), 38°s.t. Caronia (CP),44°s.t. Baiata (M)

AMMONITI: Carollo (CP), Mercanti (CP), Alletto (CP), Dolenti (M), Palazzo (M), Gomez (M).

ANGOLI: 6-0 per il Mazara

RECUPERI: Nel primo tempo 1 minuto; Nel secondo tempo 5 minuti.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO

14° Un terribile tiro di Sciara dal limite d’area di rigore costringe il portiere Cellamare a volare in tuffo con uno spettacolare colpo di reni per salvare la propria porta dalla capitolazione e a deviare in angolo.

25° Dalla fascia sinistra, ottima giocata di Rosella che effettua un cross agganciato da Gomez che colpisce di testa, impegnando Cellamare.

32° Tiro altissimo sopra la traversa di Caronia.

34°Bella rasoiata dal limite d’area dell’ex Arnone che impegna Dolenti a terra.

38°Un tiro dalla distanza di Arena termina fuori.

40° Dolenti para un colpo di testa di Carollo.

La prima parte della gara finisce con un minuto di recupero.

SECONDO TEMPO

2°s.t. CUS PALERMO subito in vantaggio. Nella tre quarti ospite Arena dall’out destro appoggia per Lala che dalla linea di fondo, non viene bloccato dalla retroguardia mazarese e viene messo in condizione di effettuare un cross che arriva al centro area ospite, Caronia è bravo a smarcarsi dei due difensori centrali e a distanza ravvicinata deposita a volo alle spalle di Dolenti.

6°s.t. Punizione per il Mazara al limite d’area di rigore palermitana. Palazzo allunga per Di Mercurio che lascia partire una staffilata che sfiora il palo.

9°s.t. Il Mazara reagisce bene alla rete subita e attacca. Dalla fascia sinistra Ciancimino fa partire un traversone pennellato in area di rigore, la palla viene perfettamente agganciata da Gomez che in mischia infila nel sacco pareggiando la rete dello svantaggio. L’assistente indica il gol ma l’arbitro si accorge di qualcosa che non ha visto nessuno, compreso giocatori padroni di casa e pubblico e annulla la rete. Contestano i giocatori mazaresi!

17°s.t. Di Mercurio dalla fascia destra lascia partire un tiro cross abbrancato da Cellamare.

19°°s.t. Ci prova Russello dalla distanza, para Cellamare.

20°s.t. Il Cus sostituisce Mercanti con Costa.

22°s.t. Nel Mazara esce Russello, dentro Baiata.

25°s.t. Rizzo entra in area canarina, Baiata in scivolata allontana la palla in angolo, per l’arbitro è rigore e lo assegna tra le proteste dei giocatori mazaresi. Dal dischetto Caronia mette dentro il sacco e porta a due il momentaneo vantaggio del Cus sul Mazara.

30°s.t. Nel Cus fuori Arena, dentro Alletto.

34°s.t. Brucculeri cambia Sciara con Cantavenera al suo debutto in maglia canarina.

35°s.t TERZO GOL DEL CUS. Da centrocampo Caronia propizia un triangolo con Costa che fugge sulla destra e ritorna la sfera all’attaccante Caronia che dall’area di rigore batte per la terza volta Dolenti.

39°s.t. nel Mazara esce Cortese ed entra Maltese.

40°s.t. Il Cus cambia Correnti con Pensabene.

42°s.t. Ferrara sostituisce Rizzo con Lo Cacciato.

44°s.t. Il Mazara usufruisce di un calcio di punizione nella tre quarti sinistra palermitana. Sulla sfera va Accetta che lascia partire una pennellata in area per Baiata che di testa batte Cellamare. Gol della bandiera per i gialloblu.

45°s.t. Nel Cus esce il goleador Caronia ed entra Mezzapelle.

L’arbitro assegna 5 minuti di recupero.

47°s.t. Con il Mazara sbilanciato in avanti, Dolenti salva un tiro ravvicinato di Costa.

(Foto: Parla sua eccellenza)

Piero Campisi