Mazara, Titone a GS.it: “Vogliamo riportare entusiasmo e mantenere la categoria”

Punto della situazione con Davide Titone, presidente del Mazara, che tra pochi giorni esordirà in campionato facendo visita all’Akragas. Queste le sue parole a Goalsicilia.it.

Presidente, con quale spirito ripartite?

“Con tanto entusiasmo perché vogliamo dare credibilità alla città, alle realtà commerciali, ma soprattutto alla nostra tifoseria. Abbiamo un programma serio con l’obiettivo di consolidarci in questa categoria. L’Amministrazione comunale ci è vicina e per noi questo è molto importante”.

Quindi obiettivo salvezza…

“Esattamente, anche all’ultima giornata. Da quando ho assunto l’incarico di presidente mi sono posto questo obiettivo e ovviamente speriamo di raggiungerlo il prima possibile”.

La Coppa non è andata bene…

“Siamo ancora in fase di rodaggio e come potete ben immaginare la Coppa non era nei nostri programmi. Ribadisco che il nostro obiettivo primario è ridare credibilità al Mazara perché questa città ha fame di calcio e lo merita”.

Progetto giovani…

“Esatto. Uno dei nostri obiettivi è proprio quello di puntare tanto sui giovani. Con grande umiltà ed entusiasmo  vogliamo far crescere questa società e renderla sana e credibile”.

Sul mercato farete ancora qualcosa?

“Stiamo sondando. Siamo partiti in ritardo e non è facile, ma ho grandissima fiducia nel mister, sono sicuro che in futuro ne sentiremo parlare. È giovane ma ha grandi conoscenza e tanta voglia e carisma. Tornando alla tua domanda stiamo lavorando per portare in rosa un centrocampista importante, ovviamente Over, ma non è facile perché come ti accennavo siamo partiti in ritardo e molti profili sono già accasati”.

Domenica farete visita alla corazzata Akragas…

“Andremo lì a fare la nostra partita, ovviamente se usciremo sconfitti non succederà nulla perché sappiamo bene qual è il valore dell’avversario. Tuttavia tu mi insegni che le partite partono da 0-0 e sicuramente i nostri ragazzi daranno tutto e usciranno dal campo con la maglia sudata. A prescindere dal risultato questo aspetto è il più importante”.

Dario Li Vigni
Condividi