Mazara – Canicattì i convocati di mister Tarantino e Terranova

Il Mazara si appresta a disputare la 20esima giornata di campionato in trasferta sul campo di Ravanusa contro la seconda forza del campionato, Canicattì, vincitore mercoledì scorso della coppa Italia dilettanti, regione Sicilia. Nella gara di andata i biancorossi del mazarese mister Terranova, vinse al Nino Vaccara per 2-1, in una gara che i canarini non meritavano di perdere. La gara di domani si prevede tosta e battagliera, i canarini sentono molto la partita e venderanno cara la pelle. Obiettivo, lottare per portare a casa un risultato positivo. Durante la settimana i giocatori canarini si sono allenati con grande impegno e concentrazione e il presidente Franzone è stato molto vicino alla squadra non facendo mancare grande sostegno. Ai giocatori l’arduo compito di offrire una grande prestazione! Nei padroni di casa militano molti ex: dal tecnico Terranova al preparatore dei portieri Catalano, a Cammareri, Rosella, Tedesco, Di Mercurio, Iacono, Comegna e Polito. Nel Mazara un grande ex biancorosso, capitan Cipolla che che con quella maglia l’anno scorso realizzò 11 reti. Mister Tarantino per la partita di domani dovrà fare a meno del difensore Accardo, squalificato per due gare. Non ci sono infortunati, il resto della rosa è a disposizione.

Questi i 18 convocati del MAZARA

Basiricò, Ceesay, Concialdi, Lauricella, Etmane, Giacalone, Rizzo, Khaled, Caronia, Bojang, Giannusa, Adelfio, Modou, Bilello, Lamia, Baiata, Cipolla, Virgilio.

Questi i 22 convocati del CANICATTI’

PORTIERI: Iacono, Lo Iacono, Tilli;

DIFENSORI: Cammareri, Ferotti, D’Angelo, Di Mercurio, Di Mambro, Maggio, Tedesco;

CENTROCAMPISTI: Comegna, Iraci, Filippone, Violante, Giglio, Lupo, Malluzzo;

ATTACCANTI: De Luca, Caronia, Iezzi, Polito, Rosella.

La gara sarà arbitrata dal sig. Fabio Saputo della sezione di Palermo che sarà coadiuvato dagli assistenti Dario Ricchiari e Gabriele Valenti, entrambi della sezione di Palermo.

(Nella foto di Gianfranco Campisi, il capitano gialloblu Alfonso Cipolla)

Piero Campisi

Condividi