Assign modules on offcanvas module position to make them visible in the sidebar.

Storia Mazara Calcio
Mazara Calcio A.S.D.
Mazara Calcio A.S.D.
Mazara Calcio A.S.D.
Mazara Calcio A.S.D.

parmonval mazaraAllo stadio “Lo Monaco” di Mondello Parmonval e Mazara hanno dato vita ad un incontro giocato a ritmi alti con grande agonismo, grinta e capovolgimenti

di fronte per una gara dal valore della posta in palio molto alta. Canarini e biancocelesti hanno giocato al alto livello e con la giusta cattiveria agonistica per conquistarsi il cammino verso l’importante disputa dei play off. L’anticipo di campionato è andato al Mazara, che ha giocato con la giusta mentalità e concentrazione una partita alla vigilia molto difficile, su un terreno di gioco molto ostico contro un avversario di tutto rispetto.

La squadra di mister Massimiliano Mazzara ha conquistato una vittoria pesante, la terza di fila dei canarini che consente alla squadra del presidente Filippo Franzone di confermarsi nella griglia play off. Un ruolino di marcia che funge come preavviso alle grandi che i gialloblu affronteranno nelle prossime domeniche. Il Mazara vuole fare i play off e lotterà con grande impegno e agonismo in ogni partita per regalare alla propria tifoseria il sogno degli spareggi.

La gara odierna ha visto sicuramente protagonista la giornata non certo felice del direttore di gara di turno che ha lasciato molti dubbi in diverse decisioni arbitrali molto discutibili e contestate soprattutto dalla compagine ospite. Mister Corrado Mutolo per questa gara è stato costretto a fare a meno del difensore centrale Ivan Tarantino del centrocampista Cardinale. Nel Mazara dopo avere scontato la squalifica rientrava Gomez.

Assente il difensore centrale Ciancimino, colpito all’ultimo minuto da un forte attacco febbrile. Andiamo ai momenti significativi della cronaca della partita…

PARMONVAL: Tarantino, Giovenco, Terzo, Caronia (35°s.t. Camara), Ferotti, Mancuso (14°s.t. Sidoti), Messina Domenico, Cincotta (36°s.t. Abbate), Messina Alessandro, Rappa, La Mattina (36°s.t. Mineo). In panchina: Militello, Bonito, Capuano. All. Corrado Mutolo 
MAZARA: Dolenti, Di Mercurio, Grippi, Sciara (46°s.t. Cantavenera), Baiata, Russello, Maltese (28°s.t. Sammartano), Accetta, Cortese, Rosella (44°s.t. Di Simone), Gomez (38°s.t. Selvaggio). In panchina: Keita, Giacalone G., Calicetto. All. Massimiliano Mazzara
ARBITRO: Josè Akash Nuckchedy di Caltanissetta
ASSISTENTI: Michele Ciappa e Alessandro Gennuso, entrambi di Caltanissetta
RETE: 9° Maltese
AMMONITI: Messina Domenico (P), La Mattina (P), Dolenti (M), Sciara (M), Gomez (M).
ESPULSI: 25°s.t. Cortese (M) per doppia ammonizione e il medico del Mazara per proteste.
ANGOLI: 5-2 Per la Parmonval
RECUPERI: Nel primo tempo 1 minuto; Nel secondo tempo 6+1+1.
NOTE: Prima dell’inizio della gara le due squadre sono entrate in campo con uno striscione in memoria di Davide Astori, il calciatore della Fiorentina e della Nazionale Italiana, morto improvvisamente la scorsa settimana. A lui è stato dedicato un minuto di raccoglimento e un lunghissimo applauso tributato dai tifosi palermitani e dai circa 70 mazaresi presenti sugli spalti. 

LA CRONACA
PRIMO TEMPO
Le squadre nei primi minuti non si risparmiano e danno subito vivacità al grande significato della gara. Si capisce subito che entrambe vogliono vincere. Unico obiettivo? Ottenere i tre punti per sperare nella conquista dei play off. 
9°Il Mazara va in vantaggio! Punizione per i canarini nella tre quarti ospite, dalla fascia destra Accetta lascia partire un bellissimo cross ad effetto in area palermitana, dove il bene appostato Maltese colpisce di testa, spedendo la palla alle spalle del portiere Tarantino. 0-1 per i canarini e terzo goal consecutivo di Maltese in campionato. 
12° Il Mazara insiste in fase di attacco con Gomez che ci prova dalla distanza. Palla fuori.
16° Occasione da rete per i padroni di casa. Alessandro Messina riceve palla al limite d’area, supera due difensori canarini entra in area si presenta a tu per tu con Dolenti, bravissimo l’estremo difensore mazarese a neutralizzare il tiro dell’attaccante palermitano. Miracolo di Dolenti.
32° Dalla distanza Domenico Messina ci prova con un tiro a palombella, facile la presa di Dolenti.
44° La Parmonval costruisce un'altra azione per agguantare il pareggio. Sugli sviluppi di un corner, la sfera arriva in area sui piedi di Alessandro Messina che a pochi passi da Dolenti spedisce clamorosamente alto sopra la traversa. 
L’arbitro assegna un minuto di recupero.
SECONDO TEMPO
Le squadre rientrano in campo molto più grintose dei primi quarantacinque minuti. In campo non conoscono fatica e si vede subito. 
12°L’arbitro sorvola su un blocco in area di rigore palermitana del portiere Tarantino che cintura Cortese che aveva ricevuto la palla per andare a rete. Per tutti è calcio di rigore e rosso sicuro per il numero uno bianco celeste. L’arbitro lascia proseguire tra le proteste dei giocatori mazaresi e del numeroso pubblico di fede canarina.
14° Mutolo sostituisce Mancuso con Sidoti.
18° Dalla fascia sinistra Gomez mette in mezzo un pallone raccolto da Cortese, tiro ravvicinato in porta, para Tarantino.
24° Tiro dalla distanza di Maltese, para Tarantino.
25° Cortese si becca un ingiusto secondo cartellino giallo e viene spedito sotto la doccia. Gli fa seguito il medico sociale della società canarina reo di avere protestato nei confronti del direttore di gara per l’errata decisione arbitrale.
28° Mister Mazzara considerata l’espulsione di Cortese, fa uscire Maltese per fare entrare il difensore Sammartano.
34° Dalla fascia destra un pericoloso cross in area canarina consente a Domenico Messina di colpire di testa verso la porta, la sfera carambola tra palo e intervento prodigioso di Dolenti che evita la capitolazione dei gialloblu.
Dal 35° al 37° La Parmonval effettua un triplo cambio. Fuori Caronia, La Mattina e Cincotta, dentro Camara, Mineo e Abbate. 
38° Il Mazara cambia Gomez con Selvaggio. 
44°Nei gialloblu Rosella viene sostituito da Di Simone.
45° Dolenti vola sulla linea per deviare la palla calciata dalla bandierina del calcio d’angolo.
46° Nel Mazara fuori Sciara, dentro Cantavenera.
48° Un tiro insidioso dei palermitani viene deviato splendidamente in angolo da Dolenti.
L’arbitro assegna circa 8 minuti di recupero.

Il Mazara in contropiede e con tutta la Parmonval nella metà campo mazarese, cerca di colpire a sorpresa con Cantavenera che dalla linea di centrocampo, vede la porta biancoceleste sguarnita e calcia un tiro debole che viene intercettato da un difensore palermitano che rinvia, evitando di subire la seconda rete del Mazara. 

Piero Campisi